riconsociuti header

 
  • MEDIA
  • COMUNCATI STAMPA
  • 2016
  • 30.10.2016 - NUOVO TERREMOTO IN UMBRIA. GLI ARCHEOLOGI PREOCCUPATI PER GLI INGENTI DANNI AL PATRIMONIO CULTURALE.

COMUNCATI STAMPA

30.10.2016 - NUOVO TERREMOTO IN UMBRIA. GLI ARCHEOLOGI PREOCCUPATI PER GLI INGENTI DANNI AL PATRIMONIO CULTURALE.

terremoto umbria

Alla luce del nuovo evento sismico cha ha avuto il suo epicentro ancora in Umbria, a distanza di soli quattro giorni dal precedente terremoto, la Confederazione Italiana Archeologi esprime con maggiore forza solidarietà, vicinanza e sostegno alla popolazione della regione già fortemente provata dal precedente evento.

Il nuovo terremoto ha fortunatamente risparmiato le persone, pur colpendo profondamente l'animo già ferito degli abitanti dei luoghi interessati e peggiorando lo stato del patrimonio abitativo già fortemente danneggiato. Ma ingenti e terribili sono i danni che si stanno registrando fin da ora al patrimonio storico, archeologico e culturale, non solo in Umbria ma anche nelle regioni contermini. La Confederazione Italiana Archeologi, in particolare i soci della sede umbra da poco costituita, si rendono disponibili a collaborare e coadiuvare fin da subito con il MiBACT nelle operazioni di ricognizione, monitoraggio e verifica dei danni subiti dai luoghi della cultura e dai beni culturali, nei tempi e nelle modalità che le autorità e i funzionari riterranno utili. La Confederazione Italiana Archeologi caldeggia quindi con forza l'idea espressa appena qualche giorno fa dal Ministro Franceschini di istituire una task force per i beni culturali danneggiati, iniziativa tanto più urgente alla luce di quella che può considerarsi una vera e propria ondata sismica che sta interessando a ripetizione il centro Italia ormai dal 24 agosto.

La Confederazione Italiana Archeologi, nella speranza che si superi quanto prima lo stato di emergenza, ribadisce la propria disponibilità a contribuire al recupero e ripristino di monumenti e paesaggi fortemente caratterizzanti il nostro territorio.

Stampa Email