riconsociuti header

 
  • SERVIZI
  • NOTIZIE
  • PARTITE IVA - SINTESI DELL'INCONTRO CON IL GRUPPO PARLAMENTARE DEL PD

NOTIZIE

PARTITE IVA - SINTESI DELL'INCONTRO CON IL GRUPPO PARLAMENTARE DEL PD

l'11 ottobre 2015, una delegazione della Confederazione Italiana Archeologi ha partecipato all'iniziativa organizzata dal gruppo parlamentare del PD e dal PD Roma sulla riforma delle Partite Iva. L'iniziativa nasceva dall'esigenza dell'attuale partito di Governo di confrontarsi con i professionisti prima della Legge di Stabilità 2016, sulle norme da inserire nella prossima Legge Finanziaria, dando seguito all'impegno assunto lo scorso anno, quando le norme inserite per i professionisti scontentarono gran parte del popolo della partita Iva, che in Italia conta ormai 3 milioni di persone.

 

All'iniziativa erano presenti l'On. Matteo Orfini, Presidente del PD, l'On. Chiara Gribaudo, Vice Presidente del gruppo PD alla Camera, l'On. Valentina Paris, l'On. Gessica Rostellato, queste ultime tutte componenti della XI Commissione della Camera - Lavoro pubblico e privato, l'On. Cesare Damiano, Presidente della XI Commissione della Camera - Lavoro pubblico e privato.


Il dibattito pubblico si è suddiviso prima in tre tavoli tecnici (previdenza, fisco, tutele e diritti) che hanno dato spazio agli interventi di tutti i presenti, per poi passare alla discussione delle proposte e richieste dei professionisti durante una seduta plenaria. 
Ai tavoli ha partecipato una folta rappresentanza delle associazioni e professionisti aderenti al Colap, cui anche la CIA aderisce.

La Presidente Colap Emiliana Alessandrucci ha presentato le proposte dell'associazione di II livello, l'unica a oggi riconosciuta dal Ministero per lo Sviluppo Economico.

La sensazione è stata di un clima di collaborazione tra parlamentari e professionisti, confermata anche dalla volontà manifestata dagli Onorevoli presenti di inserire una serie di proposte emerse dai tavoli e nei precedenti confronti con le associazioni all'interno della legge di stabilità:
- Regime dei minimi riportato a 30000 euro annui, senza limiti di età e di tempo, con una contribuzione sostitutiva del 5% per i primi 5 anni di partita Iva e poi del 15% (come associazioni aderenti al Colap chiedevamo il 10%)
- Blocco definitivo dell'aliquota Inps al 27,6% con la promessa di tentare di abbassarla gradualmente al 24%
- Deducibilità al 100% delle spese per la formazione professionale

Oltre la Legge di stabilità, ma egualmente connessa alla riforma delle partite Iva:
- Estensione dei diritti di maternità e congedo parentale ai professionisti
- Estensione del welfare per malattie gravi
- Revisione e razionalizzazione dei codici Ateco
- Adeguamento della legislazione sugli appalti pubblici alla legge 4/2013 sulle professioni non ordinistiche (e noi diciamo anche alla legge 110/2014!)

Alla seduta plenaria sono intervenuti anche due consulenti tecnici di Palazzo Chigi, il Prof. Marco Leonardi e il Prof. Maurizio Del Conte, che hanno confermato la disponibilità del Governo a recepire le proposte provenienti dall'assemblea, sottolineando allo stesso tempo la necessità di una riforma strutturale del regime della partita Iva che vada oltre l'approvazione della legge finanziaria.

Se le linee di intervento presentate oggi supereranno il vaglio parlamentare si tratterà di un significativo passo avanti per le condizioni di lavoro dei professionisti.
Auspichiamo che si tratti solo del primo di una serie di incontri che riescano ad analizzare e risolvere le problematiche concrete delle nostre professioni.

Stampa Email