• MEDIA
  • COMUNCATI STAMPA
  • 2015
  • 17.04.2015 - RATIFICATA LA CONVENZIONE EUROPEA PER LA PROTEZIONE DEL PATRIMONIO ARCHEOLOGICO: ORA L'ITALIA LA APPLICHI DAVVERO A TUTTO IL PAESE

COMUNCATI STAMPA

17.04.2015 - RATIFICATA LA CONVENZIONE EUROPEA PER LA PROTEZIONE DEL PATRIMONIO ARCHEOLOGICO: ORA L'ITALIA LA APPLICHI DAVVERO A TUTTO IL PAESE

 

La Confederazione Italiana Archeologi accoglie con grande favore la ratifica della Convenzione europea per la protezione del patrimonio archeologico, stipulata alla Valletta il 16 gennaio 1992.

Anche se arriva con 23 anni di ritardo – dichiara il Presidente Alessandro Pintucci – è un risultato importante per il nostro Paese e per tutti gli archeologi italiani. Fin dalla sua fondazione la nostra associazione ha chiesto che il Parlamento italiano ratificasse la Convenzione, perché rappresenta un impegno che lo Stato si assume nei confronti del nostro patrimonio archeologico e lo riporta in linea con gli altri paesi della Comunità Europea.

La ratifica – continua Alessandro Pintucci – è una vittoria per i cittadini italiani, che vedranno tutelato in modo ancora più stringente il patrimonio archeologico, e per tutti noi archeologi, perché saremo chiamati a partecipare del processo di progettazione del territorio e avremo nuove opportunità lavorative.

La ratifica della Convenzione della Valletta rappresenterà una nuova sfida per gli enti locali e le istituzioni responsabili della gestione e della progettazione del territorio, che potranno essere arricchite e valorizzate grazie all’apporto degli archeologi che sapranno contribuire con il loro bagaglio di formazione ed esperienza.

La Confederazione Italiana Archeologi, con la convinzione che tutti i soggetti coinvolti sapranno cogliere le opportunità legate a questo provvedimento, auspica un nuovo incontro con la Direzione Generale per l’Archeologia che, nella redazione delle nuove linee guida per l’archeologia preventiva non potrà fare a meno di recepire le innovazioni apportate dalla ratifica.

Stampa Email