riconsociuti header

 
  • SERVIZI
  • NOTIZIE
  • RATIFICA CONVENZIONE EUROPEA DE LA VALLETTA PER LA PROTEZIONE DEL PATRIMONIO ARCHEOLOGICO

NOTIZIE

RATIFICA CONVENZIONE EUROPEA DE LA VALLETTA PER LA PROTEZIONE DEL PATRIMONIO ARCHEOLOGICO

Napolitano  

Egregio Presidente,

la Confederazione Italiana Archeologi Le rivolge un invito a voler ratificare tramite D.P.R. la Convezione Europea de La Valletta per la protezione del patrimonio archeologico, siglata nell’ormai lontano 1992 a La Valletta e mai recepita dal nostro Paese.

L’approvazione, da parte del Consiglio dei Ministri il 14 febbraio u.s., del disegno di legge per la ratifica e l’esecuzione è stata accolta da noi con molto favore.

La definitiva applicazione su tutto il territorio nazionale permetterà un sostanziale potenziamento degli strumenti di tutela del patrimonio archeologico, prevedendo finalmente la presenza di Archeologi nelle attività di progettazione ed esecuzione di lavori edili, anche di committenza privata, indipendentemente dall’esistenza di vincoli archeologici. Sarà così favorita l’integrazione della disciplina archeologica tra i tematismi della pianificazione e gestione territoriale e urbanistica, con notevole incremento dell’efficacia delle attività di tutela archeologica, pur nell’attuale contesto di bulimico consumo del suolo e di crisi economica; tramite tale integrazione, si eviteranno interventi archeologici di emergenza in corso d’opera, che notoriamente causano blocco e rallentamento dei lavori, contenziosi tra privati e Pubblica Amministrazione, difficoltose attività di controllo da parte delle Soprintendenze competenti, oltre che un altissimo rischio di irreparabile danneggiamento del patrimonio archeologico e la mancata pubblicazione scientifica e divulgativa delle scoperte.

La previsione “a monte” - anche economica - di interventi di sorveglianza archeologica da effettuarsi sistematicamente assicurerà inoltre ai molti operatori del settore (archeologi professionisti esterni alla Pubblica Amministrazione), attualmente in sofferenza cronica a causa della de-regolamentazione del settore e della stagnazione del settore edile e infrastrutturale, la moltiplicazione di occasioni lavorative, che potranno verificarsi in condizioni di normale e sistematica applicazione di norme di legge e non più di episodi emergenziali non preventivati e dunque viziati da contenziosi.

Per i motivi esposti, Le rivolgiamo un accorato invito a volere portare a compimento, con la maggiore sollecitudine possibile, l’iter per la definitiva ratifica ed esecuzione della Convenzione de La Valletta.

RingraziandoLa per l’attenzione che vorrà dedicare alle istanze nostre e del patrimonio culturale italiano, porgiamo i più cordiali saluti.

 

Roma, 10 marzo 2014

Alessandro Pintucci

Presidente

Confederazione Italiana Archeologi

Stampa Email