• ASSOCIAZIONE
  • CONVEGNI
  • PROFESSIONE ARCHEO I

PROFESSIONE ARCHEO I

Professione Archeologo: la formazione universitaria

La Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e la Confederazione Italiana Archeologi si sono fatte promotrici di un incontro tra i docenti di discipline archeologiche delle cinque Università del Lazio nel corso del quale sono stati analizzati i problemi della formazione universitaria dell’archeologo.

Nelle numerose assemblee tenute dalla Confederazione Italiana Archeologi nelle Università di Roma e in altre città italiane (Genova, L’Aquila, Modena, Firenze, Salerno, Lecce, etc.) è emerso il disagio degli studenti e dei docenti per il divario nell’offerta didattica fra una Università e l’altra e per la mancata individuazione di una serie di discipline di valore propedeutico comuni a tutti i Corsi di Laurea e fondamentali per la formazione specialistica di un archeologo.

Partendo da questi presupposti si è proposta una giornata di confronto fra docenti, operatori del settore (assessori alla cultura, funzionari e dirigenti di Soprintendenza) e studenti, limitatamente alle Università del Lazio, che si è svolta a Tor Vergata, presso l’Aula Sabatino Moscati della Facoltà di Lettere il giorno 4 novembre 2008, dalle ore 9,30 alle 13,30 con i seguenti obiettivi:

- Fare il punto della situazione attuale, mettendo a confronto l’offerta formativa degli Atenei e le principali istanze degli studenti
- Sensibilizzare gli studenti alla programmazione del loro futuro, dando loro gli strumenti per analizzare gli sbocchi lavorativi effettivamente esistenti
- Individuare una serie di discipline base che costituiscano l’impalcatura portante della offerta didattica nei diversi corsi di Laurea che formano i futuri archeologi (Lettere, Scienze dei Beni Culturali, Conservazione dei Beni Culturali, Beni Culturali, etc), come già da tempo avviene nelle facoltà scientifiche e come è previsto dalla riforma dell’Ordinamento Didattico Decreto 270
- Far partire dalle Università del Lazio una proposta a livello nazionale che contenga le suddette tematiche e che sia propedeutica ad un futuro incontro che coinvolga altri Atenei d’Italia.

Stampa Email