riconsociuti header

 
  • Comunicati Stampa
  • 2008
  • 07.04.2008 - SUL DDG 5085/08 - ELENCO DEGLI ARCHEOLOGI DELLA REGIONE SICILIA

2008

07.04.2008 - SUL DDG 5085/08 - ELENCO DEGLI ARCHEOLOGI DELLA REGIONE SICILIA

La Confederazione Italiana Archeologi condivide l'allarme lanciato dagli archeologi siciliani in seguito alla pubblicazione del ddg 5085/08.
Il decreto prevede la costituzione, presso la Regione Sicilia, di un elenco di professionisti accreditati, tra cui gli archeologi, per l'assegnazione di lavori non aventi natura pubblica sotto i 100000 € di importo.
"Siamo molto preoccupati dall'effetto che potrebbe causare questo decreto, - afferma Giorgia Leoni, presidente della Confederazione Italiana Archeologi - perchè i requisiti per essere inseriti in questo elenco rischiano di escludere tutti i giovani laureati e i professionisti che, pur essendo sprovvisti di specializzazione o dottorato, collaborano da anni con soprintendenze ed enti locali siciliani. Il provvedimento, inoltre, non riconsce il valore formativo del percorso universitario compiuto dagli archeologi, basato sia su conoscenze teoriche che su attività pratiche di ricerca."
Stupisce la mancata equiparazione delle lauree di vecchio e nuovo ordinamento ed il tentativo artificioso di misurare la preparazione degli archeologi in base al numero di anni di università e non ai percorsi formativi compiuti.
Destano, inoltre, preoccupazione la mancanza di direttive chiare circa le regole per la selezione dei professionisti nell'assegnazione dei lavori e l'assenza di criteri che, su base curriculare, consentano di individuare le specifiche competenze degli iscritti all'elenco.
"Siamo certi - continua Giorgia Leoni - che la dirigenza della Regione Sicilia si renderà disponibile per ridiscutere tale provvedimento, allo scopo di rispondere alle esigenze degli organi di tutela del territorio siciliano e delle centinania di archeologi che da decenni collaborano quotidianamente con le istituzioni per la difesa e la valorizzazione del patrimonio della regione."
L'attuale testo rischia di creare ulteriore confusione in un settore che rappresenta uno dei principali veicoli di crescita economica e sociale dell'Italia e della regione Sicilia in particolare.
La Confederazione Italiana Archeologi esprime la propria disponibilità a collaborare con gli Enti competenti e con gli archeologi siciliani per discutere eventuali modifiche al ddg 5085 e per affrontare i temi della tutela e del riconoscimento professionale degli archeologi.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Roma, 7 aprile 2008

Stampa Email