riconsociuti header

 
  • Comunicati Stampa
  • 2008
  • 19.11.2008 - IN RISPOSTA ALL'APPELLO DELLA CONSULTA UNIVERSITARIA NAZIONALE PER L’ARCHEOLOGIA DEL MONDO CLASSICO IN MERITO AL CONCORSO PER 30 ARCHEOLOGI AL MIBAC

2008

19.11.2008 - IN RISPOSTA ALL'APPELLO DELLA CONSULTA UNIVERSITARIA NAZIONALE PER L’ARCHEOLOGIA DEL MONDO CLASSICO IN MERITO AL CONCORSO PER 30 ARCHEOLOGI AL MIBAC

La Confederazione Italiana Archeologi accoglie con grande favore l’appello della Consulta Universitaria Nazionale per l’Archeologia del Mondo Classico in merito alle modalità di espletamento del Concorso per 30 Archeologi al MiBAC.

Siamo profondamente convinti che indicare il Diploma di Specializzazione e il Dottorato di Ricerca come requisiti di accesso per un concorso da funzionario Archeologo di primo livello (ex C1), e non da Direttore Archeologo (ex C3), costituisca un’evidente contraddizione rispetto agli ultimi concorsi da Archeologo Direttore e da Soprintendente, nell’ultimo dei quali oltre ai 5 anni di esperienza nella posizione C3 era richiesta solo la laurea triennale. Come si può richiedere Dottorato o Specializzazione ad un Funzionario di primo livello e la sola Laurea triennale ad un Soprintendente?

La differenza di ben due titoli di studio nel passaggio di un solo livello, da F3 a F1, oltre a rappresentare un caso unico nella storia della Pubblica Amministrazione, costituisce una pericolosa svalutazione del titolo universitario. 

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha sostanzialmente affermato che la sola laurea non costituisce un requisito utile per accedere ad alcun ruolo nel suo organico.

L’evidente mancato riconoscimento del valore formativo e professionalizzante del Diploma di Laurea costituisce un pericoloso ed inaccettabile attacco al ruolo e alla credibilità del sistema universitario italiano, in difesa del quale è necessario impegnarsi.

La Confederazione Italiana Archeologi ribadisce la propria ferma contrarietà a qualunque richiesta di sospensione del Concorso da Archeologo, di cui si chiede l’integrazione attraverso la verifica delle effettive esigenze delle Soprintendenze con la pubblicazione online della pianta organica del MiBAC, l’aggiunta di posti a concorso nelle regioni escluse dal bando, l’apertura di un tavolo per definire livelli formativi e mansioni degli Archeologi del Ministero di concerto con il MIUR, la Conferenza Stato Regioni e le Associazioni di categoria.

La Confederazione Italiana Archeologi chiede formalmente alla Consulta Universitaria Nazionale per l’Archeologia del Mondo Classico e a tutti gli studenti e archeologi che operano nel mondo universitario di aderire e firmare la Petizione, sostenuta già da oltre 1000 persone e pubblicata sul sito: http://firmiamo.it/concorsoarcheologi18072008

Roma, 19 novembre 2008

 

 

Stampa Email